Titolo

Qui trovi tutti gli ultimi articoli pubblicati.

Archivio delle categorieAttualità

escort torino

Escort a Torino, il boom grazie ad internet

Il fenomeno delle escort a Torino è ormai ben conosciuto e, proprio grazie a questa notorietà, è in continuo sviluppo. Il capoluogo piemontese infatti è uno dei luoghi più rinomati fra i frequentatori delle accompagnatrici professioniste, perché ospita molte alternative interessanti e sembra essere anche di mente molto aperta. Ma a cosa è dovuto il successo di questo fenomeno? Come mai ci sono sempre più persone che ne vengono sedotte? Proveremo a capirlo insieme in questo articolo.

Internet è sicuramente il mezzo preferito di chi cerca annunci di escort a Torino, primo perché offre un certo grado di anonimato, secondo perché permette di organizzare velocemente, anche con breve preavviso, incontri in ogni zona della città. Insomma che il web avesse rivoluzionato il mondo lo sapevamo, ma come ogni altro settore, anche quello degli incontri per adulti non poteva restarne escluso.

Grazie a particolari siti, come quello riportato nel link d’esempio che trovi al paragrafo precedente, che ospitano le inserzioni lasciate da queste professioniste, gli uomini interessati possono trovare facilmente la donna o il transgender che più li ispirano e contattarli direttamente senza dover passare per centralini o segreterie telefoniche. Una bella comodità che fa risparmiare tempo a tutti ed assicura anche l’indispensabile anonimato.

Torino in particolare conta moltissimi utenti interessati all’argomento che ogni giorno, grazie ai suddetti siti web, organizzano incontri, spesso anche solo per parlare, con bellissime donne. Il capoluogo piemontese tuttavia non è certo l’unica città d’ Italia in cui avvengono questi appuntamenti romantici, visto che spesso la copertura territoriale di queste signorine è piuttosto ampia e diffusa, anche nei piccoli paesi di provincia. E voi cosa ne pensate di questa diffusione su larga scala di un fenomeno che tutti conoscono ma di cui nessuno parla?

studente fuori sede

Quanto spende una famiglia per mantenere uno studente fuori sede?

Un recente sondaggio ha calcolato quanto spende una famiglia per mantenere uno studente fuori sede che frequenti l’ Università in una città differente da quella di residenza ed i risultati sono a dir poco allarmanti. Il calcolo, pur essendo comprensivo di tutto quindi: tasse scolastiche, libri, trasporti, affitti, spese alimentari eccetera, risulta davvero troppo oneroso per le famiglie a medio e basso reddito.

Stando alle stime di Federconsumatori la cifra si aggirerebbe sui 9.600 euro annui per mantenere uno studente fuori sede. Vi è un po’ di risparmio per chi sceglie di condividere la stanza con un coinquilino ma le cifre rimangono comunque intorno agli 8.000 euro. Questi scogli sono decisamente troppo elevati perché le famiglie meno abbienti possano sperare di garantire un futuro nell’ istruzione ai propri figli.

Come già asserito, nonostante le stime siano comprensive di tutte le spese, ciò che le fa lievitare è il prezzo degli affitti. Troppo elevati i costi delle stanze che, spesso non rispettano nemmeno gli standard minimi, con picchi da 4.300 euro annui al Nord, 4.794 al centro e 2.973 al sud per una stanza singola. Il costo delle stanze doppie invece diminuisce notevolmente  pur rimanendo a cifre davvero troppo onerose: 2.707 al nord, 3014 al centro e 1975 al sud.

Le famiglie si trovano così a dover fare i conti con queste problematiche per poter mantenere uno studente fuori sede e ci viene da chiederci se non sarebbe il caso di offrire costi agevolato per gli universitari che superano un tot di chilometraggio rispetto al loro domicilio. Insomma è decisamente il caso di intervenire con agevolazioni e modifiche così da garantire la pari opportunità di apprendimento a studendi di qualunque ceto sociale.